Canto e pianoforte

Daniel Prochàzka

Email: museomozartina@libero.it

Originario della Boemia (Repubblica Ceca). Dopo gli studi artistici nel campo della fotografia a Polnà (Jihlava, CZ) si trasferisce nel 1990 in Italia per frequentare i corsi I.R.Fo.P. istituiti dalla regione Friuli Venezia Giulia a Paularo (Ud) diretti da prof. Umberto Del Negro e ottiene alla fine del triennio la qualifica - diploma di artigianato artistico. Successivamente si diploma in canto presso il Conservatorio "Jacopo Tomadini" di Udine. Il suo repertorio solistico e di ricerca è rivolto alla musica antica barocca e neoclassica soprattutto del genere sacro. Già docente di musica e sostegno presso le Scuole Medie di Arta Terme, Paularo, Pontebba, Forni di Sopra, Buja e altre scuole, contemporaneamente di canto, teoria, avviamento musicale e solfeggio presso Scuola di Musica della Carnia con sede a Tolmezzo, di pianoforte e propedeutica presso la scuola di musica di Paluzza e nei corsi di Storia della Musica presso l'Università della Terza Età di Tolmezzo. E' conservatore del museo privato "La Mozartina" di Paularo che ha contribuito a realizzare attraverso una paziente opera di recupero e restauro col M° Giovanni Canciani fondatore della raccolta. All'attività didattica e di direzione corale, affianca quella di studio e revisione della "Musica Antica Boema"

Da circa 15 anni svolge attività didattiche e di direzione presso alcuni gruppi corali in Carnia tra i quali: Corut - coro parrocchiale di voci bianche - Coro dei Giovani del Duomo di Tolmezzo e la Corale G. B. Cossetti di Tolmezzo.

Per La Corale Duomo di Paluzza e La Corle Jacopo Linussio di Paularo ha curato numerose trascrizioni e revisioni delle musiche del 700' e 800' poi dirette ed eseguite; si ricordano: Missa Solenne per coro e orchestra di Vocet e Faulhaber, Splendente Deus di Mozart, Sanctus di Volkert, offretori di Ryba, Kozeluh, Cordans, Dittersdorf, Resler-Rosetti e altri.

A cori uniti ha diretto la prima esecuzione della Missa Solenne per soli coro e orchestra "S. Ilario" di Giovanni Canciani come anche l'inno alla Regione "Decima Regio" e "Carnorum Regio" dello stesso autore.